Collezione etnografica di S. Pietro

 

La collezione etnologica della Casa di Tona a S. Pietro

La casa di Tona sita a San Pietro e' una tipica residenza rurale degli abitanti dell'entroterra piranese. Costituisce un monumento etnografico di prim'ordine. Il suo restauro, infatti, ha mantenuto tutte le peculiarita' architettoniche della casa, in cui l'impianto per la produzione dell'olio al piano terra e la stanza al primo piano, documentano il modo di vita della popolazione contadina dell'Istria nei tempi passati.

La struttura e' in pietra e presenta un tetto a due spioventi. La scala esterna in pietra termina in un ballatoio coperto da cui si accede alla zona abitatata. Sulla facciata nord e' visibile lo sporto del focolare esterno che un tempo serviva per l'attivita' olearia. Il rivestimento esterno e' tipico: semplici erte in pietra incorniciano porte e finestre. Il tetto ha la copertura in tegole di cotto.

All'interno della casa e' custodita la collezione etnografica che illustra il processo tecnologico grazie al quale si produceva l'olio. Il frantoio per la frantumazione delle olive, il torchio per pressare la massa di olive macinate, un albero per stringere la vite del torchio e una stufa con un recipiente dove si scaldava l'acqua. La cucina rustica e la camera da letto non sono una fedele riproduzione di questi ambienti in un determinato periodo storico, ma vi sono esposti principalmente gli oggetti, gli arredi e gli utensili in uso nella prima meta' del '900, quando il focolare era un elemento irrinunciabile del vivere quotidiano.